Marta La Ferla

Leggi anche:

Leggi altri articoli di Marta La Ferla »

Jordan Peele dice no al remake di Akira ma sì alla serie con JJ Abrams

Il regista del film rivelazione Scappa: Get Out, da giovedì 18 maggio nelle sale italiane, preferisce progetti originali, e per questo ha detto no alla Warner Bros. che gli aveva offerto la regia del remake live-action di Akira.

Il film che segna il debutto alla regia di Peele ha guadagnato 214 milioni di dollari negli Usa (a fronte di un budget di soli 4.5 milioni), rendendolo uno dei registi più ricercati a Hollywood. Ma lui ha preferito non farsi tentare dalle sirene dei guadagni facili, che da anni invece hanno cooptato giovani e talentuosi registi (Josh Trank per i Fantastici 4, Duncan Jones per Warcraft, Denis Villeneuve per Blade Runner: 2049 e in futuro con Dune) con risultati diversi e non sempre soddisfacenti.

Il regista, invece, ha accettato di produrre una serie antologica horror per la HBO, non un soggetto originale ma un adattamento del romanzo Lovecraft Country di Matt Ruff, ma di sicuro si tratta di materiale che lascia largo margine alla creatività. La serie verrà prodotta, oltre che dall’emittente statunitense, dalla casa di produzione del regista, la Monkeypaw Productions, e dalla Bad Robot di JJ Abrams.

Forse Hollywood dovrebbe cominciare ad imparare a valorizzare i propri talenti piuttosto che fagocitarli in un sistema che, inevitabilmente, finisce per schiacciarli.

Scappa: Get Out

2017
Di: Jordan Peele
Con: Daniel Kaluuya, Allison Williams, Bradley Whitford, Catherine Keener, Caleb Landry Jones, Stephen Root

Quando un giovane afro-americano visita la tenuta di famiglia della sua fidanzata bianca, si scontra con il vero motivo che si cela dietro l’invito. Ora che Chris e la sua ragazza, Rose, sono arrivati al fatidico incontro con i suoceri, lei lo invita a trascorrere un fine settimana al nord con Missy e Dean. In un primo momento, Chris legge il comportamento eccessivamente accomodante della famiglia, come un tentativo di gestire il loro imbarazzo verso il rapporto interrazziale della figlia; ma con il passare del tempo, fa una serie di scoperte sempre più inquietanti, che lo portano ad una verità che non avrebbe mai potuto immaginare.